DOPO IL M5S ANCHE LA LEGA PRENDE A CUORE LA VICENDA DEI PIANI DI ZONA

Questa mattina A.N.E.S. ha fatto un’incursione al flash-mob organizzato dalla Lega in sostegno di Matteo Salvini. Purtroppo il Vice Premier non era presente per poter incontrare la folta rappresentanza di famiglie coinvolte nei contenziosi sul prezzo massimo di cessione, in larga parte riunite nel Comitato Venditori 18135.
Il Presidente Proietti Toppi ha comunque dialogato a lungo con esponenti politici della maggioranza, tra i quali Fabrizio Santori, già consigliere regionale, ed i senatori Simone Pillon e Claudio Barbaro i quali si sono impegnati, alla riapertura dei lavori, ad intervenire concretamente per dare un segnale ai cittadini coinvolti e, perché no, anche ai magistrati: il Parlamento si occuperà della vicenda per riportare serenità alle famiglie ed ordine nel mercato immobiliare dei piani di zona.
 
Sul fronte locale, a seguito della richiesta di audizione alla Commissione d’inchiesta dei Piani di Zona, si è mossa anche l’opposizione con il capogruppo di Fratelli d’Italia Andrea De Priamo il quale, in un’interrogazione ha sostanzialmente riproposto l’oggetto d’indagine che A.N.E.S. ha richiesto al Presidente Pietro Calabrese. Anche su questo versante A.N.E.S. intende proseguire la propria azione alla ripresa delle attività.
 
Se intendi sostenere l’impegno comune aderisci alla nostra associazione
In particolare contattateci per organizzare incontri in cui illustrare la proposta di legge sulla quale, più o meno involontariamente, registriamo alcune critiche ingiustificate. Condividete.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *