LA PROPOSTA DI MORASSUT? INUTILE. SI APPROVI LA LEGGE.

 

– L’ordine del giorno per la nomina di un commissario straordinario sui piani di zona, proposta dall’on. Morassut alla Camera dei Deputati, è l’ennesima presa in giro nei confronti delle migliaia di famiglie romane esasperate dalla vicenda dei prezzi massimi di cessione! – Così in una nota Gian Luca Proietti Toppi il quale ha ricordato che i problemi si devono risolvere senza delegare ad altri la risoluzione (come con un commissario straordinario) o volgendo lo sguardo solo alle responsabilità passate (come con l’inutile commissione d’inchiesta varata in Campidoglio). Con le conferenze stampa alla Camera ed in Senato e la formale proposta presentata dall’on. Domenico Menorello A.N.E.S. ha dato ampia dimostrazione di come si possa in modo semplice superare parte dell’empasse del sistema di edilizia sociale.

Come precisato anche a Gianni Cuperlo in occasione della manifestazione in Piazza Montecitorio, il Partito Democratico avrebbe l’occasione di togliere le castagne dal fuoco mostrando l’incapacità della Giunta Raggi di gestire la gravissima situazione che in futuro rischia di esasperare gli animi, già accesi di migliaia di persone che tornano dagli uffici con promesse e parole poco credibili. – Vale più un ordine del giorno per dare un nuovo incarico oppure una proposta di legge che risolve il problema e si potrebbe inserire in un prossimo decreto legge? – conclude Maristella Babuin, consigliere A.N.E.S.

Dopo i numerosi solleciti per un incontro con il Governo invitiamo i romani ad attivarsi. Non si può attendere oltre, con le elezioni alle porte questo problema si protrarrà per tutto il 2017.

La settimana prossima proveremo nuovamente a raggiungere gli uffici del Vice Ministro competente nella cui casella di posta elettronica certificata giace dal 21 marzo la proposta di legge. Coloro che sono interessati a far parte della delegazione contattino i nostri recapiti.

6 commenti

  1. alessandro venturi

    Aggiornate mi su iniziarive che si intende prendere siamo disponibili!!

  2. Dire che la commissione di indagine del Comune di Roma è inutule è un insulto alle migliaia di cittadini che si sono rifiutati di sottostare ai ricatti delle cooperative fermandosi in tempo e che per questo ora sono a rischio sfratto. Pesate bene le parole e cerate di dire meno fesserie.

  3. Santi Calderone

    Cosa ne dice la Vostra Associazione dell’ultima Deliberazione 46/2017. Avete intenzione di fare qualche azione (es.: ricorso al TAR per l’impugnazione di questa delibera che presenta numerosi aspetti illegali)?

  4. Spero che il Governo e il Parlamento prendano quanto prima atto del palese fallimento dei P.E.E.P., con particolare riguardo per il Comune di Roma Capitale e quanto prima venga approvato un decreto legge che possa sanare tale problematica e uscire da questa confusione.

  5. Incredibile che non si riesca a risolvere questa situazione anch’io come la signora dovrei andare a dormire sotto i ponti per responsabilità altrui
    Mi auguro si riesca a risolvere il problema al più presto prima che succeda l’irreparabile

  6. Oggi ho letto che il giorno 24 febbraio ci sarà una manifestazione alla quale parteciperà è interverrà il vice presidente unione comitati P di Z Roma avv. Eugenio Navario. Mi piacerebbe conoscere in quale veste si presenta, dal momento che (se non si tratta di omonimia) è lo stesso avv. Che mi chiede per conto dell’aquirente una somma di danaro riferita agli interessi del mutuo che l’acquirente avrebbe pagato.ora mi chiedo come possa essere equidistante sia dal venditore che dell’acquirente. Premesso che io per ottenere le agevolazioni dovevo avere certi requisiti che ora non si capisce come queste agevolazioni dovrebbero andare a vantaggio dell’acquirente dal momento che nella buona fede mia e quella dell’acquirente è stato stipulato un atto senza aver fatto le dovute verifiche da chi di dovere. Ringrazio per la vostra attenzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *