PIANO CASA: ECCO LE NUOVE PROROGHE

La crisi del settore edilizio appare quasi irreversibile e gli interventi degli ultimi Governi non paiono esse stati risolutivi. Sembrano dettati principalmente dall’esigenza di reperire risorse economiche da parte degli enti locali piuttosto che per affrontare in modo strutturale la riqualificazione urbana delle grandi città e pianificare con soluzioni sostenibili in piccoli comuni.

Anche il Piano Casa, voluto per “garantire su tutto il territorio nazionale i livelli minimi essenziali di fabbisogno abitativo per il pieno sviluppo della persona umana” (così recita l’art. 11 del D.L. 112/2008), pare aver smarrito la propria strada, sempre più in balia delle diverse attuazioni da parte delle Regioni.

Dopo la legge di bilancio 2017 sono arrivate le proroghe ai piani attuati dalle singole Regioni fino al 31 dicembre 2018, con alcune eccezioni. La Regione Piemonte ha mantenuto le misure di ampliamento a condizione che sia operato il miglioramento energetico o sismico di tutto l’edificio, limitatamente al 30 giugno 2017. La Regione Lazio ha ridotto ulteriormente le misure fino al 31 maggio 2017, con l’obiettivo di adottare nel mentre una legge sulla rigenerazione urbana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *